Correggere i problemi relativi a stampanti, scanner e applicazioni line-of-business che inviano posta elettronica con Office 365

In caso di problemi, i client di posta elettronica forniscono messaggi di errore sui quali è possibile intervenire. L'invio di posta elettronica da dispositivi e applicazioni è più difficile da correggere e si potrebbe non ottenere informazioni chiare e fruibili. Questo articolo offre indicazioni utili per risolvere i problemi, con esempi basati su configurazioni di stampanti.

Per correggere i problemi, verificare prima di tutto la configurazione. Vedere Come configurare un dispositivo multifunzione o un'applicazione per l'invio di posta elettronica con Office 365 per informazioni dettagliate sulle opzioni di configurazione.

Di seguito sono indicate le tre opzioni di configurazione per facilitare l'identificazione di quella in uso:

1. Invio al client SMTP (opzione consigliata)

  • La stampante è connessa al server di Office 365 "smtp.office365.com".

  • Sono stati immessi un indirizzo di posta elettronica e una password per la cassetta postale della stampante.

  • La stampante può inviare posta elettronica a persone interne ed esterne all'organizzazione.

Illustra la connessione di una stampante multifunzione a Office 365 tramite l'invio al client SMTP.

2. Invio diretto

  • La stampante è connessa a un server di Office 365 il cui nome termina con "mail.protection.outlook.com".

  • In Office 365 non è configurato alcun connettore per la posta elettronica inviata dalla rete dell'organizzazione.

  • La stampante può inviare posta elettronica solo a persone nell'organizzazione, ma non a destinatari esterni all'organizzazione.

Illustra l'uso dell'endpoint MX di Office 365 da parte di una stampante multifunzione per inviare posta elettronica direttamente a destinatari solo all'interno dell'organizzazione.

3. Inoltro SMTP di Office 365

  • La stampante è connessa a un server di Office 365 il cui nome termina con "mail.protection.outlook.com".

  • In Office 365 è configurato un connettore per la posta elettronica inviata dalla rete dell'organizzazione a Office 365.

  • La stampante può inviare posta elettronica a persone interne ed esterne all'organizzazione.

Illustra la connessione di una stampante multifunzione a Office 365 tramite l'inoltro SMTP.

Correggere i problemi relativi all'invio al client SMTP

  1. Controllare le impostazioni immesse direttamente nella stampante:

    Impostazione della stampante

    Valore

    Server/smart host

    smtp.office365.com

    Porta

    Porta 587 (scelta consigliata) o porta 25

    TLS/StartTLS

    Abilitato

    Nome utente/indirizzo di posta elettronica e password

    Credenziali di accesso della cassetta postale di Office 365 usate dalla stampante

  2. Se la stampante non ha richiesto una password per l'indirizzo di posta elettronica immesso, la stampante sta provando a inviare messaggi di posta elettronica senza accedere a Office 365. Per l'invio al client SMTP è necessario che la stampante acceda a Office 365. L'invio diretto e l'inoltro SMTP di Office 365 non richiedono l'accesso. Prendere in considerazione una di queste opzioni.

  3. La stampante o l'applicazione deve inviare posta elettronica dallo stesso indirizzo per cui sono state immesse le credenziali di accesso durante la configurazione della posta elettronica. Se la stampante o l'applicazione cerca di inviare posta elettronica da un altro account, viene visualizzato un messaggio di errore simile al seguente:

    5.7.60 SMTP; Client does not have permissions to send as this sender.

    Se ad esempio sono state immesse le credenziali di accesso per vendite@contoso.com nelle impostazioni dell'applicazione, ma l'applicazione cerca di inviare messaggi di posta elettronica da venditore1@contoso.com, l'operazione non è supportata. In una situazione di questo tipo, usare l'inoltro SMTP di Office 365.

  4. Testare il nome utente e la password eseguendo l'accesso a Outlook sul Web e provare a inviare un messaggio di posta elettronica di prova per assicurarsi che l'account non sia bloccato. Se l'utente è bloccato, è possibile trovare informazioni utili nell'articolo dedicato alla rimozione di un utente, dominio o indirizzo IP da un elenco di blocco dopo l'invio di posta indesiderata.

  5. Verificare quindi che sia possibile connettersi a Office 365 dalla rete eseguendo le operazioni seguenti:

    1. Seguire le istruzioni per installare lo strumento Telnet Client in un computer sulla stessa rete del dispositivo o dell'applicazione.

    2. Eseguire lo strumento dalla riga di comando digitando telnet.

    3. Digitare open smtp.office365.com 587 (o sostituire 25 con 587 se si usa quella impostazione di porta).

    4. Se si è connessi correttamente a un server di Office 365, è probabile che si riceva una riga di risposta simile alla seguente:

      220 BY1PR10CA0041.outlook.office365.com Microsoft ESMTP MAIL Service ready at Mon, 1 Jun 2015 12:00:00 +0000

    5. Se non si riesce a connettersi a Office 365, è possibile che il firewall di rete o il provider di servizi Internet abbia bloccato la porta 587 o 25. Risolvere il problema per riuscire a inviare posta elettronica dalla stampante.

  6. Se il dispositivo non presenta uno di questi problemi, è possibile che non soddisfi i requisiti per la crittografia TLS (Transport Layer Security). Il dispositivo deve supportare TLS 1.0 o versioni successive. Aggiornare il firmware sul dispositivo per risolvere questo problema oppure provare una delle altre opzioni di configurazione in cui la crittografia TLS è facoltativa.

    Per altre informazioni su TLS, vedere Modalità d'uso di TLS in Exchange Online per proteggere le connessioni di posta elettronica in Office 365. Per informazioni tecniche dettagliate sul modo in cui Exchange Online usa TLS con l'ordinamento del pacchetto di crittografia, vedere il post di blog relativo all'ottimizzazione della sicurezza del flusso di posta per Exchange Online.

Questo può essere dovuto a diversi problemi:

  1. Assicurarsi di aver immesso il nome utente e la password corretti.

  2. Provare ad accedere a OWA con il nome utente e la password della stampante. Inviare un messaggio di posta elettronica per assicurarsi che la cassetta postale sia attiva e non sia stata bloccata per l'invio di posta indesiderata.

  3. Verificare che il dispositivo o l'applicazione supporti TLS 1.0 o versioni successive. Il modo migliore consiste nell'eseguire l'aggiornamento alla versione più recente del firmware nel dispositivo o dell'applicazione da cui si sta inviando posta elettronica. Contattare il produttore del dispositivo per verificare che supporti TLS 1.0 o versioni successive.

Questo errore indica che il dispositivo sta cercando di inviare un messaggio di posta elettronica da un indirizzo che non soddisfa le credenziali di accesso. Si verifica, ad esempio, se sono state immesse le credenziali di accesso per vendite@contoso.com nelle impostazioni dell'applicazione, ma l'applicazione cerca di inviare messaggi di posta elettronica da venditore1@contoso.com. Se l'applicazione o la stampante si comporta in questo modo, usare l'inoltro SMTP di Office 365 perché questo scenario non è supportato dall'invio al client SMTP.

Questo errore indica che la stampante si connette all'endpoint di invio al client SMTP (smtp.office365.com), ma è anche necessario che acceda a una cassetta postale per inviare un messaggio. Questo errore si verifica quando nelle impostazioni della stampante non sono state immesse le credenziali di accesso alla cassetta postale. Se non esiste un'opzione per l'immissione delle credenziali, la stampante non supporta l'invio al client SMTP. Usare quindi l'invio diretto o l'inoltro SMTP di Office 365. Vedere Come configurare un dispositivo multifunzione o un'applicazione per l'invio di posta elettronica con Office 365.

Questo errore indica che il dispositivo tenta di inviare un messaggio di posta elettronica da una cassetta postale di Office 365 inclusa in un elenco di blocco della posta indesiderata. Per informazioni, vedere l'articolo dedicato alla rimozione di un utente, dominio o indirizzo IP da un elenco di blocco dopo l'invio di posta indesiderata.

Correggere i problemi relativi all'invio diretto

Questo può essere dovuto a diversi problemi.

  1. In molti casi, i problemi relativi all'invio diretto sono causati da un indirizzo IP bloccato. Se gli strumenti antispam rilevano posta indesiderata in uscita dall'organizzazione, l'indirizzo IP può essere bloccato da un elenco di blocco della posta indesiderata. Verificare se l'indirizzo IP è incluso in un elenco di indirizzi bloccati usando un servizio di terze parti, come MXToolbox o WhatIsMyIPAddress. Rivolgersi all'organizzazione che ha aggiunto l'indirizzo IP al proprio elenco di indirizzi bloccati. Office 365 usa gli elenchi di blocco per proteggere il servizio. Per informazioni, vedere l'articolo dedicato alla rimozione di un utente, dominio o indirizzo IP da un elenco di blocco dopo l'invio di posta indesiderata.

  2. Per escludere un problema con il dispositivo, inviare un messaggio di prova per verificare la connessione a Office 365. Per inviare un messaggio di posta elettronica di prova, seguire la procedura nell'articolo relativo all'uso di Telnet per testare la comunicazione SMTP. Se non è possibile connettersi a Office 365, è possibile che la rete o il provider di servizi Internet abbia bloccato le comunicazioni tramite la porta 25. Se non si riesce a risolvere il problema, usare l'invio al client SMTP.

Questo errore indica che ci si connette all'endpoint di invio al client SMTP (smtp.office365.com), che non è supportato per l'invio diretto. Per l'invio diretto usare l'endpoint MX per il tenant di Office 365, che termina con "mail.protection.outlook.com". È possibile trovare l'endpoint MX eseguendo la procedura descritta in Istruzioni dettagliate per l'invio diretto.

Si tratta di un comportamento da progettazione. L'invio diretto consente di inviare messaggi di posta elettronica solo a destinatari interni all'organizzazione ospitati in Office 365. Per inviare messaggi a destinatari esterni è necessario usare l'invio al client SMTP o l'inoltro SMTP di Office 365.

Non è possibile usare un indirizzo IP al posto di un endpoint MX. Questo potrebbe infatti impedire l'invio di messaggi in futuro. Se l'endpoint MX è troppo lungo, è preferibile l'invio al client SMTP, che ha un endpoint più breve (smtp.office365.com).

Per l'invio diretto, è consigliabile usare un dispositivo che invia da un indirizzo IP statico. In questo modo è possibile impostare un record SPF (Sender Policy Framework) per evitare che messaggi legittimi vengano contrassegnati come posta indesiderata. Verificare che il record SPF sia configurato con il proprio indirizzo IP statico. In caso di variazione di rete o provider di servizi Internet, l'indirizzo IP statico potrebbe cambiare. Aggiornare il record SPF per rispecchiare questa modifica. Se non si invia dal proprio indirizzo IP statico, è consigliabile l'invio al client SMTP.

Correggere i problemi relativi all'inoltro SMTP di Office 365

Questo può essere dovuto a diversi problemi.

  1. In molti casi, i problemi relativi all'inoltro SMTP di Office 365 sono causati da un indirizzo IP bloccato. Se gli strumenti antispam rilevano posta indesiderata in uscita dall'organizzazione, l'indirizzo IP può essere bloccato da un elenco di blocco della posta indesiderata. Verificare se l'indirizzo IP è incluso in un elenco di indirizzi bloccati usando un servizio di terze parti, come MXToolbox o WhatIsMyIPAddress. Rivolgersi all'organizzazione che ha aggiunto l'indirizzo IP al proprio elenco di indirizzi bloccati. Office 365 usa gli elenchi di blocco per proteggere il servizio. Per informazioni, vedere l'articolo dedicato alla rimozione di un utente, dominio o indirizzo IP da un elenco di blocco dopo l'invio di posta indesiderata.

  2. Per escludere un problema con il dispositivo, inviare un messaggio di prova per verificare la connessione a Office 365. Per inviare un messaggio di posta elettronica di prova, seguire la procedura nell'articolo relativo all'uso di Telnet per testare la comunicazione SMTP. Se non è possibile connettersi a Office 365, è possibile che la rete o il provider di servizi Internet abbia bloccato le comunicazioni tramite la porta 25. Se non si riesce a risolvere il problema, usare l'invio al client SMTP.

In caso di variazione di rete o provider di servizi Internet, l'indirizzo IP statico potrebbe cambiare. Di conseguenza, il connettore non identifica e non inoltra i messaggi a destinatari esterni. Aggiornare il connettore e il record SPF con il nuovo indirizzo IP. Seguire la procedura in Come configurare l'inoltro SMTP di Office 365 per modificare le impostazioni del connettore esistente.

L'inoltro SMTP di Office 365 richiede che il dispositivo invii la posta elettronica da un indirizzo IP statico. Verificare che il record SPF sia configurato con il proprio indirizzo IP statico. In caso di variazione di rete o provider di servizi Internet, l'indirizzo IP statico potrebbe cambiare. Aggiornare il record SPF per rispecchiare questa modifica. Se non si invia dal proprio indirizzo IP statico, è consigliabile l'invio al client SMTP.

Vedere anche

Come configurare IIS per l'inoltro con Office 365

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×