Collegare maschere tra loro

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Se si dispone di una maschera lunga con molti elementi può essere utile eseguire rapidamente il drill-down per vedere più informazioni su un singolo elemento. A tale scopo, in Access è possibile collegare la maschera a più elementi a una maschera a un solo elemento. Quando si fa clic su un elemento nella maschera a più elementi, viene aperta la maschera a un solo elemento per visualizzarne i dettagli.

fare clic su un id in una maschera a più elementi per aprire una maschera a un solo elemento.

Note : 

  • In questo articolo non vale per App web di Access, il tipo di database progettare con Access e pubblica online.

  • Se si eseguono altre collegando"", vedere altri tipi di collegamento di maschere alla fine di questo articolo.

Creare le maschere

Nella maggior parte dei casi, le due maschere di una configurazione di drill-down sono basate sulla stessa tabella o query. Se si dispone già di una coppia di maschere che si desidera utilizzare, di cui una è un foglio dati o una maschera a più elementi e l'altra è una maschera a un solo elemento o dettagliata, è possibile saltare questa sezione. In caso contrario, creare le maschere attenendosi a queste procedure:

Creare un foglio dati o una maschera a più elementi:

  1. Nel riquadro di spostamento selezionare la tabella o la query contenente i dati che si desidera inserire nel foglio dati.

  2. Fare clic su Crea > Altre maschere e quindi su Più voci o Foglio dati, a seconda del tipo desiderato.

  3. Apportare le modifiche desiderate alla struttura. Considerare di eliminare il maggior numero di colonne possibile, lasciando solo le informazioni necessarie per identificare ciascuna voce.

  4. Salvare e chiudere la maschera.

Per ulteriori informazioni sulle maschere a più elementi, vedere creare una maschera utilizzando lo strumento più elementi.

Creare una maschera a una voce o dettagliata:

  1. Nel riquadro di spostamento selezionare la tabella o la query contenente i dati che si desidera inserire nella maschera dettagliata. Si tratterà probabilmente della stessa tabella o query usata per la prima maschera.

  2. Fare clic su Crea > Maschera.

  3. Apportare le modifiche desiderate alla struttura, quindi salvare e chiudere la maschera.

Per ulteriori informazioni, vedere creare una maschera utilizzando lo strumento maschera.

Aggiungere la logica per aprire la maschera dettagliata

Aggiungere ora una piccola macro alla maschera a più voci o al foglio dati per aprire la maschera dettagliata e verificare che sia visualizzata la voce corretta.

Non occorre essere esperti nell'uso delle macro: è sufficiente copiare e incollare il codice XML riportato in questa procedura.

  1. Se si utilizza una maschera foglio dati, fare doppio clic nel riquadro di spostamento per aprirla. Per una maschera a più voci, fare clic con il pulsante destro del mouse su di essa nel riquadro di spostamento e quindi fare clic su Visualizzazione Layout.

  2. Premere F4 per aprire la finestra delle proprietà se non è già aperta.

  3. Fare clic sulla colonna alla quale si desidera aggiungere la macro, che sarà la colonna su cui si fa clic per aprire la maschera dettagliata al completamento della macro. Nell'immagine riportata sopra, la macro viene aggiunta alla colonna ID di frmContactList.

Suggerimento : È possibile aggiungere la macro a più di una colonna.

  1. Nella scheda evento della finestra delle proprietà, fare clic nella casella della proprietà Su fare clic su oppure Su doppio clic (a seconda che si voglia maschera da aprire, fare clic o doppio clic sul campo) e quindi fare clic sul pulsante dei generatori_z0z _.

  2. Se Access chiede di scegliere un generatore, selezionare Generatore di macro e fare clic su OK.

  3. Selezionare questo blocco di codice XML e quindi premere Ctrl + C per copiarlo negli Appunti:

    <?xml version="1.0" encoding="UTF-16" standalone="no"?> <UserInterfaceMacros xmlns="http://schemas.microsoft.com/office/accessservices/2009/11/application"> <UserInterfaceMacro For="ID" Event="OnClick"><Statements><Action Name="OnError"><Argument Name="Goto">Macro Name</Argument><Argument Name="MacroName">ErrorHandler</Argument></Action> <ConditionalBlock><If><Condition>[Form].[Dirty]</Condition><Statements><Action Name="SaveRecord"/></Statements></If></ConditionalBlock> <ConditionalBlock><If><Condition>IsNull([ID])</Condition><Statements><Comment>Open the form to a new record if the current ID is Null</Comment><Action Name="OpenForm"><Argument Name="FormName">frmContactDetails</Argument><Argument Name="DataMode">Add</Argument><Argument Name="WindowMode">Dialog</Argument></Action><Action Name="Requery"/></Statements></If><Else><Statements><Comment>Use a TempVar to pass a filter to the OpenForm action</Comment><Action Name="SetTempVar"><Argument Name="Name">Contact_ID</Argument><Argument Name="Expression">[ID]</Argument></Action><Action Name="OpenForm"><Argument Name="FormName">frmContactDetails</Argument><Argument Name="WhereCondition">[ID]=[TempVars]![Contact_ID]</Argument><Argument Name="DataMode">Edit</Argument><Argument Name="WindowMode">Dialog</Argument></Action><Action Name="RemoveTempVar"><Argument Name="Name">Contact_ID</Argument></Action><Action Name="RefreshRecord"/></Statements></Else></ConditionalBlock> </Statements></UserInterfaceMacro></UserInterfaceMacros>

  4. Fare clic nell'area vuota del Generatore di macro (sotto l'elenco a discesa Aggiungi nuova azione) e quindi premere CTRL+V per incollare il codice nelle azioni di macro. Se tutto procede correttamente, nel Generatore di macro il codice XML non sarà visibile, ma verrà espanso in blocchi di macro più leggibili come illustrato nel passaggio successivo.

  5. Se necessario, sostituire il nome del modulo (frmContactDetails) e il nome della colonna collegamento (ID) con il nome del modulo e la colonna che si usa per collegare le due forme. Nell'immagine seguente viene illustrato nel punto in cui è possibile apportare modifiche in modo che corrisponda nomi identificatore:

    punti in cui può essere necessario modificare la macro di esempio per trovare la corrispondenza con i nomi degli identificatori del database in uso.

  6. Nella scheda Struttura fare clic su Salva e quindi su Chiudi.

  7. Per visualizzare le colonne su cui è possibile fare clic come un collegamento ipertestuale in modo che gli utenti sappiano che sono selezionabili, verificare che la colonna sia ancora selezionata, fare clic sulla scheda Formato nella finestra delle proprietà e impostare la proprietà Visualizza come collegamento ipertestuale su Sempre.

  8. Salvare e chiudere la maschera, quindi riaprirla e testare la macro facendo clic o doppio clic sulla colonna modificata.

Per ulteriori informazioni sulle macro nei database desktop, vedere aggiungere logica a un controllo in un database desktop.

Altri tipi di collegamento di maschere

Per creare una combinazione di maschera e sottomaschera e collegarle, vedere creare una maschera che contiene una sottomaschera (una maschera uno-a-molti).

Per creare una maschera in cui è collegata a un'origine dati, ad esempio una tabella o query, vedere creare una maschera utilizzando lo strumento maschera.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×