Caricare contenuto locale in SharePoint Online

Questa guida dettagliata illustra come usare i cmdlet di PowerShell per la migrazione a SharePoint Online per eseguire la migrazione di contenuto da una condivisione file locale a Office 365.

I cmdlet di PowerShell per la migrazione a SharePoint Online sono progettati per spostare il contenuto locale dalle condivisioni file. La procedura richiede un numero minimo di chiamate CSOM e usa l'archiviazione BLOB temporanea di Azure per rispondere alle esigenze di migrazioni di dati di grandi dimensioni.

Ecco la procedura per usare i cmdlet di PowerShell per la migrazione a SharePoint Online per caricare i dati locali in SharePoint Online:

Passaggio 1: Installare SharePoint Online Management Shell

Passaggio 2: Configurare la directory di lavoro

Passaggio 3: Determinare i propri percorsi e le credenziali

Passaggio 4: Creare un nuovo pacchetto di contenuto da una condivisione file locale

Passaggio 5: Convertire il pacchetto di contenuto per il sito di destinazione

Passaggio 6: Inviare il contenuto da importare

Passaggio 7: Elaborare e monitorare la migrazione a SharePoint Online (facoltativo)

Prerequisiti

  • Sistemi operativi supportati: Windows 7 Service Pack 1, Windows 8, Windows Server 2008 R2 SP1, Windows Server 2008 Service Pack 2, Windows Server 2012, Windows Server 2012 R2

  • Windows PowerShell 4.0

Nota : Autorizzazioni: per eseguire questa attività è necessario essere un amministratore della raccolta di siti nel sito di destinazione.

Prima di iniziare

Passaggio 1: Installare SharePoint Online Management Shell

Il primo passaggio consiste nell'installazione di SharePoint Online Management Shell.

  1. Disinstallare tutte le versioni precedenti di SharePoint Online Management Shell.

  2. Installare da questa pagina: SharePoint Online Management Shell.

  3. Aprire SharePoint Online Management Shell e selezionare Esegui come amministratore.

Inizio pagina

Passaggio 2: Configurare la directory di lavoro

Prima di iniziare il processo di migrazione, è necessario configurare la cartella di lavoro creando due cartelle vuote. Queste cartelle non richiedono una quantità elevata di spazio su disco perché conterranno solo dati XML.

  1. Creare una cartella temporanea del pacchetto.

  2. Creare una cartella finale del pacchetto.

Inizio pagina

Passaggio 3: Determinare i propri percorsi e le credenziali

In questo passaggio è necessario identificare i percorsi e le credenziali, inclusi il percorso dei file di origine e di destinazione e il percorso Web.

Nel computer locale aprire SharePoint Online Management Shell. Eseguire i comandi seguenti sostituendo i valori esistenti con i propri valori.

$cred = (Get-Credential admin@contoso.com)

$sourceFiles = '\\fileshare\users\charles'

$sourcePackage = 'C:\migration\CharlesDocumentsPackage_source'

$targetPackage = 'C:\migration\CharlesDocumentsPackage_target'

$targetWeb = 'https://contoso-my.sharepoint.com/personal/charles_contoso_com'

$targetDocLib = 'Documents’

Inizio pagina

Passaggio 4: Creare un nuovo pacchetto di contenuto da una condivisione file locale

In questo passaggio si crea un nuovo pacchetto di migrazione da una condivisione file. Per creare un pacchetto di contenuto da una condivisione file, il comando New-SPOMigrationPackage legge l'elenco di contenuti indicato dal percorso di origine e genera dati XML per eseguire la migrazione.

Se non sono contrassegnati come facoltativi, i parametri seguenti sono obbligatori:

  • SourcefilesPath: punta al contenuto di cui eseguire la migrazione

  • OutputPackagePath: punta alla cartella temporanea

  • TargetWebUrl: punta al sito Web di destinazione

  • TargetDocumentLibraryPath: punta alla raccolta documenti nel sito Web.

  • IgnoreHidden: opzione per ignorare i file nascosti (facoltativa)

  • ReplaceInvalidCharacters: corregge i caratteri non validi, se possibile (facoltativo)

Esempio:

Questo esempio mostra come creare un nuovo pacchetto da una condivisione file, ignorando i file nascosti e sostituendo i caratteri non supportati in un nome di file/cartella.

New-SPOMigrationPackage -SourceFilesPath $sourceFiles -OutputPackagePath $sourcePackage -TargetWebUrl $targetWeb -TargetDocumentLibraryPath $targetDocLib -IgnoreHidden –ReplaceInvalidCharacters

Inizio pagina

Passaggio 5: Convertire il pacchetto di contenuto per il sito di destinazione

Dopo aver creato il pacchetto di contenuto, usare il comando ConvertTo-SPOMigrationTargetedPackage per convertire i dati XML generati nella cartella temporanea. Questo comando salva un nuovo set di file di metadati per il pacchetto di migrazione mirato nella directory di destinazione. Questo è il pacchetto finale.

Nota : Le credenziali di amministratore della raccolta siti di destinazione vengono usate per raccogliere i dati per la connessione alla raccolta siti.

I parametri obbligatori da immettere sono sei (gli altri sono facoltativi)

  • ParallelImport: indica allo strumento di ottimizzare le prestazioni usando thread paralleli

  • SourceFiles: punta al percorso di directory in cui si trovano i file di contenuto di origine del pacchetto

  • OutputPackagePath: punta alla cartella del pacchetto temporanea

  • OutputPackagePath: punta alla cartella del pacchetto finale

  • Credentials: credenziali di SharePoint Online con diritti di amministratore per il sito di destinazione

  • TargetWebUrl: punta al sito Web di destinazione

  • TargetDocumentLibraryPath: percorso della raccolta di destinazione

Esempio:

Questo esempio mostra come convertire un pacchetto in un altro cercando i dati nella raccolta siti di destinazione. Usa il parametro -ParallelImport per incrementare le prestazioni di migrazione della condivisione file.

$finalPackages = ConvertTo-SPOMigrationTargetedPackage -ParallelImport -SourceFilesPath $sourceFiles -SourcePackagePath $sourcePackage -OutputPackagePath $targetPackage -Credentials $cred -TargetWebUrl $targetWeb -TargetDocumentLibraryPath $targetDocLib

Inizio pagina

Passaggio 6: Inviare il contenuto da importare

In questo passaggio viene usato il comando Invoke-SPOMigrationEncryptUploadSubmit per creare un nuovo processo di migrazione nella raccolta siti di destinazione e restituire un GUID che rappresenta l'ID di processo. Questo comando caricherà i manifesti e i file di origine crittografati nell'archiviazione BLOB temporanea di Azure per i singoli processi.

I parametri obbligatori da immettere sono quattro (gli altri sono facoltativi):

  • TargetwebURL: punta al sito Web di destinazione

  • SourceFilesPath: punta ai file da importare

  • SourcePackagePath: punta al manifesto finale dei file da importare

  • Credentials: credenziali di SharePoint Online con diritti di amministratore della raccolta siti per il sito di destinazione

Esempio 1:

Questo esempio mostra come inviare i dati del pacchetto per creare un nuovo processo di migrazione.

$job = Invoke-SPOMigrationEncryptUploadSubmit -SourceFilesPath $sourceFiles -SourcePackagePath $spoPackagePath -Credentials $cred -TargetWebUrl $targetWebUrl

Esempio 2:

Questo esempio mostra come inviare i dati del pacchetto per creare nuovi processi di migrazione per l'importazione parallela.

$jobs = $finalPackages | % {Invoke-SPOMigrationEncryptUploadSubmit -SourceFilesPath $_.FilesDirectory.FullName -SourcePackagePath $_.PackageDirectory.FullName -Credentials $cred -TargetWebUrl $targetWeb}

Per ogni processo inviato, il cmdlet Invoke restituisce queste proprietà come parte di un processo:

  • JobId: ID del processo in SharePoint Online.

  • ReportingQueueUri: coda di Azure per SharePoint Online che archivia i messaggi in tempo reale sullo stato della migrazione.

  • Encryption: chiave e metodo di crittografia usati per il caricamento del contenuto in Azure. Questo parametro è obbligatorio per decrittografare i messaggi della coda e i log di importazione.

Se si usa il proprio account di archiviazione di Azure, usare Set-SPOMigrationPackageAzureSource e Submit-SPOMigrationJob per caricare il contenuto nel proprio spazio di archiviazione.

Inizio pagina

(Facoltativo) Passaggio 7: Elaborare e monitorare la migrazione a SharePoint Online

Dopo l'invio del processo, solo Azure e SharePoint Online interagiscono per recuperare il contenuto ed eseguirne la migrazione nella destinazione. Questo processo è basato su processi timer, ovvero si tratta di una coda elaborata in ordine di arrivo. Questo non impedisce l'inserimento di altri processi nella coda da parte dello stesso utente.

Se non sono in esecuzione altri processi, il potenziale ritardo è di 1 minuto.

Verifica dello stato del processo

È possibile verificare lo stato del processo esaminando gli aggiornamenti in tempo reale inseriti nella coda dell'account di archiviazione di Azure usando Encryption.EncryptionKey restituito nel passaggio 6.

Visualizzazione dei log

Se si usa l'account di archiviazione di Azure, è possibile cercare i log di tutti gli eventi che si sono verificati nel contenitore del manifesto in Archiviazione di Azure. In questa fase è possibile eliminare senza problemi i contenitori, se non si vogliono conservare come copia di backup in Azure.

Se sono stati generati errori o avvisi, nel contenitore del manifesto verranno creati file con estensione err e wrn.

Se si usa l'archiviazione temporanea di Azure creata da Invoke-SPOMigrationEncryptUploadSubmit nel passaggio 6, è possibile ottenere l'URL SAS del log di importazione decrittografando il messaggio della coda di Azure con il valore "JobLogFileCreate" per "Evento". Con l'URL SAS del log di importazione è possibile scaricare il file di log e decrittografarlo con la stessa chiave di crittografia restituita nel passaggio 6.

Inizio pagina

Scenari di scripting per il riutilizzo

Di seguito è riportato uno script di esempio che include la procedura completa, dalla determinazione dei percorsi e delle credenziali fino all'invio dei dati del pacchetto per la creazione di un nuovo processo di migrazione.

    
    

$userName = "admin@contoso.onmicrosoft.com"

$sourceFiles = "d:\data\documents"

$packagePath = "d:\data\documentPackage"

$spoPackagePath = "d:\data\documentPackageForSPO"

$targetWebUrl = "https://contoso.sharepoint.com/sites/finance"

$targetLibrary = "Documents"

$cred = Get-Credential $userName

New-SPOMigrationPackage -SourceFilesPath $sourceFiles -OutputPackagePath $packagePath -TargetWebUrl $targetWebUrl -TargetDocumentLibraryPath $targetLibrary -IgnoreHidden -ReplaceInvalidCharacters

# Convert package to a targeted one by looking up data in target site collection

$finalPackages = ConvertTo-SPOMigrationTargetedPackage -SourceFilesPath $sourceFiles -SourcePackagePath $packagePath -OutputPackagePath $spoPackagePath -TargetWebUrl $targetWebUrl -TargetDocumentLibraryPath $targetLibrary -Credentials $cred

# Submit package data to create new migration job

$job = Invoke-SPOMigrationEncryptUploadSubmit -SourceFilesPath $sourceFiles -SourcePackagePath $spoPackagePath -Credentials $cred -TargetWebUrl $targetWebUrl

Questo esempio mostra come ottenere le informazioni restituite di un processo, in forma di GUID.

$job = $jobs[0]

$job.JobId

Guid
----
779c4b3b-ec24-4705-bb58-c38f4329418c

Questo esempio mostra come ottenere $job.ReportingQueueURi.AbosoluteUri.

# To obtain the $job.ReportingQueueUri.AbsoluteUri

https://spodm1bn1m013pr.queue.core.windows.net/953pq20161005-f84b9e51038b4139a179f973e95a6d6f?sv=2014-02-14&sig=TgoUcrMk1Pz8VzkswQa7owD1n8TvLmCQFZGzyV7WV8M%3D&st=2016-10-04T07%3A00%3A00Z&se=2016-10-26T07%3A00%3A00Z&sp=rap

Questo esempio mostra come ottenere la chiave di crittografia e la restituzione dell'esempio.

$job.Encryption
EncryptionKey                                       EncryptionMethod

-------------                                             ----------------

{34, 228, 244, 194...}                              AES256CBC

Importante : Tutti i messaggi vengono crittografati nella coda. Per leggere in ReportingQueue, è necessario avere la chiave di crittografia.

Procedure consigliate e limitazioni

Descrizione

Suggerimento

Dimensioni pacchetto

10-20 GB

Usare l'opzione –ParallelImport per la migrazione della condivisione file che suddivide automaticamente il pacchetto più grande in pacchetti più piccoli.

Dimensioni file

2 GB

Dimensioni destinazione

Il sito di destinazione deve rimanere non accessibile agli utenti finché la migrazione non viene completata.

Limiti di SharePoint Online

SharePoint Online e OneDrive for Business: limiti del softwareSharePoint Online: limiti del software

Limiti di Azure

Risorsa

Valore predefinito/Limite

TB per account di archiviazione

500 TB

Dimensioni massime di un singolo contenitore blob, tabella o coda

500 TB

Numero massimo di contenitori BLOB, BLOB, condivisioni file, tabelle, code, entità o messaggi per account di archiviazione

L'unico limite è la capacità di 500 TB dell'account di archiviazione

Velocità effettiva per singolo BLOB

Fino a 60 MB al secondo o fino a 500 richieste al secondo

Argomenti correlati

Usare i cmdlet di Windows PowerShell per la migrazione a SharePoint Online e OneDrive

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×