Calcolare la differenza tra due date

Calcolare la differenza tra due date

La funzione DATA.DIFF consente di calcolare la differenza tra due date. Prima di tutto, inserire una data di inizio in una cella e una data di fine in un'altra. Digitare quindi una formula come la seguente.

Differenza in giorni

=DATA.DIFF(D9;E9;"d") con risultato 856

In questo esempio la data di inizio è nella cella D9 e la data di fine è nella cella E9. La formula si trova in F9. Il parametro "d" restituisce il numero di giorni completi compresi tra due date.

Differenza in settimane

=(DATA.DIFF(D13;E13;"d")/7) e risultato: 122,29

In questo esempio la data di inizio è nella cella D13 e la data di fine è nella cella E13. Il parametro "d" restituisce il numero di giorni. Si noti però la presenza di /7 alla fine. Il numero di giorni viene diviso per 7, dato che la settimana è composta da 7 giorni. Anche questo risultato deve essere formattato come numero. Premere CTRL+1. Fare quindi clic su Numero > Posizioni decimali: 2.

Differenza in mesi

=DATA.DIFF(D5;E5;"m") e risultato: 28

In questo esempio la data di inizio è nella cella D5 e la data di fine è nella cella E5. Il parametro "m" nella formula restituisce il numero di mesi completi tra i due giorni.

Differenza in anni

=DATA.DIFF(D2;E2;"y") e risultato: 2

In questo esempio la data di inizio è nella cella D2 e la data di fine è nella cella E2. Il parametro "y" restituisce il numero di anni completi compresi tra due date.

Calcolare l'età in anni, mesi e giorni

È anche possibile calcolare l'età o l'anzianità di servizio di una persona. Il risultato può essere simile a "2 anni, 4 mesi, 5 giorni".

1. Usare DATA.DIFF per trovare il totale di anni.

=DATA.DIFF(D17;E17;"y") e risultato: 2

In questo esempio la data di inizio è nella cella D17 e la data di fine è nella cella E17. Il parametro "y" nella formula restituisce il numero di anni completi compresi tra due date.

2. Usare di nuovo DATA.DIFF con "ym" per trovare i mesi.

=DATA.DIFF(D17;E17;"ym") e risultato: 4

In un'altra cella usare la formula DATA.DIFF con "ym". Il parametro "ym" restituisce il numero di mesi rimanenti dopo l'ultimo anno completo.

3. Usare una formula diversa per trovare i giorni.

=DATA.DIFF(D17;E17;"MD") e risultato: 5

Ora è necessario trovare il numero di giorni rimanenti. Per farlo, verrà scritto un altro tipo di formula, mostrata sopra. Questa formula sottrae il primo giorno del mese finale (1/5/2016) dalla data di fine originale nella cella E17 (5/6/2016). Ecco come fa: La funzione DATA crea prima di tutto la data, 1/5/2016, usando l'anno e il mese contenuti nella cella E17. Quindi, 1 rappresenta il primo giorno del mese. Il risultato della funzione DATA è 1/5/2016. Quindi, il risultato viene sottratto dalla data di fine originale nella cella E17, ovvero 5/6/2016. 5/6/2016 meno 1/5/2016 è 5 giorni.

Nota : Non è consigliabile usare l'argomento "md" DATA.DIFF perché potrebbe produrre risultati errati.

4. Facoltativo: combinare le tre formule in una.

=DATA.DIFF(D17;E17;"y")&" anni, "&DATA.DIFF(D17;E17;"ym")&" mesi, "&DATA.DIFF(D17;E17;"md")&" giorni" e risultato: 2 anni, 4 mesi, 5 giorni

È possibile inserire tutti e tre i calcoli in una cella come in questo esempio. Utilizzare le e commerciali, virgolette e testo. La formula è più lunga da digitare, ma in questo modo è completa. Suggerimento: premere ALT+INVIO per inserire interruzioni di riga nella formula. In questo modo risulta più facile da leggere. Inoltre, premere CTRL+MAIUSC+U se non si riesce a vedere tutta la formula.

Scaricare questi esempi

È possibile scaricare una cartella di lavoro di esempio con tutti gli esempi contenuti in questo articolo. Si possono seguire gli esempi o creare formule personalizzate.

Scaricare gli esempi per il calcolo delle date

Altri calcoli di data e ora

Come mostrato sopra, la funzione DATA.DIFF calcola la differenza tra una data di inizio e una data di fine. Invece di digitare specifiche date, però, si può anche usare la funzione OGGI() all'interno della formula. Con la funzione OGGI(), Excel usa la data corrente del computer. Tenere presente che il valore cambierà quando si aprirà il file in un giorno diverso.

=DATA.DIFF(Oggi();D28;"y") e risultato: 984

Si noti che il giorno in cui è stato redatto questo articolo era il 6 ottobre 2016.

Usare la funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL quando di vuole calcolare il numero di giorni lavorativi tra due date. Si può anche impostare l'esclusione dei fine settimana e delle festività.

Prima di iniziare: Decidere se si vuole escludere le festività. In questo caso, digitare un elenco di giorni festivi in un'area o in un foglio a parte. Inserire ogni giorno festivo in una cella separata. Selezionare le celle, quindi selezionare Formule > Definisci nome. Assegnare il nome GiorniFestivi all'intervallo e fare clic su OK. Creare quindi la formula usando la procedura seguente.

1. Digitare una data di inizio e una data di fine.

La data di inizio nella cella D53 è 1/1/2016 e la data di fine nella cella E53 è 31/12/2016

In questo esempio la data di inizio è nella cella D53 e la data di fine è nella cella E53.

2. In un'altra cella, digitare una formula simile alla seguente:

=GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL(D53;E53;1) e risultato: 261

Digitare una formula come nell'esempio sopra. Il numero 1 nella formula definisce sabato e domenica come giorni festivi, escludendoli dal totale.

Nota: in Excel 2007 non esiste la funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL, ma esiste GIORNI.LAVORATIVI.TOT. L'esempio precedente risulterebbe così in Excel 2007: =GIORNI.LAVORATIVI.TOT(D53;E53). Non si specifica 1 perché GIORNI.LAVORATIVI.TOT presuppone che il fine settimana cada di sabato e domenica.

3. Se necessario, cambiare il valore 1.

Elenco Intellisense che mostra 2 - Domenica, lunedì; 3 - Lunedì, martedì e così via

Se sabato e domenica non sono giorni festivi nel proprio caso, è possibile cambiare 1 in un altro numero dall'elenco IntelliSense. Ad esempio 2 definisce domenica e lunedì come giorni festivi.

Se si usa Excel 2007, saltare questo passaggio. La funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT di Excel 2007 presuppone che il fine settimana cada di sabato e domenica.

4. Digitare il nome dell'intervallo di giorni festivi.

=GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL(D53;E53;1;GiorniFestivi) e risultato: 252

Se è stato creato un nome di intervallo di giorni festivi nella sezione "Prima di iniziare", digitarlo alla fine, in questo modo. Se non si hanno festività, è possibile tralasciare il punto e virgola e GiorniFestivi. Se si usa Excel 2007, l'esempio precedente risulterebbe così: =GIORNI.LAVORATIVI.TOT(D53;E53;GiorniFestivi).

Suggerimento: se non si vuole fare riferimento a un nome di intervallo di giorni festivi, è anche possibile digitare manualmente l'intervallo, ad esempio D35:E:39. In alternativa, si può digitare ogni festività all'interno della formula. Ad esempio, se le festività sono state l'1 e il 2 gennaio del 2016, è possibile digitare una formula simile alla seguente: =GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL(D53;E53;1;{"1/1/2016";"2/1/2016"}). In Excel 2007 la formula sarebbe simile a questa: =GIORNI.LAVORATIVI.TOT(D53;E53;{"1/1/2016";"2/1/2016"})

È possibile calcolare il tempo trascorso sottraendo un'ora da un'altra. Prima di tutto, inserire un'ora di inizio in una cella e un'ora di fine in un'altra. L'ora digitata deve essere comprensiva di ora, minuti e uno spazio prima di AM o PM. Ecco come:

1. Digitare un'ora di inizio e un'ora di fine.

Data/ora di inizio 7:15 AM, data/ora di fine 4:30 PM

In questo esempio l'ora di inizio è nella cella D80 e l'ora di fine è nella cella E80. Digitare l'ora, i minuti e uno spazio prima di AM o PM.

2. Impostare il formato h:mm AM/PM.

Finestra di dialogo Formato celle, comando Personalizzato, tipo h:mm AM/PM

Selezionare entrambe le date e premere CTRL+1 (oppure Icona del tasto Comando del MAC +1 nel Mac). Selezionare Personalizzato > h:mm AM/PM, se non è già impostato.

3. Sottrarre le due ore.

=E80-D80 e risultato: 9:15 AM

In un'altra cella sottrarre la cella dell'ora di inizio dalla cella dell'ora di fine.

4. Impostare il formato h:mm.

Finestra di dialogo Formato celle, comando Personalizzato, tipo h:mm

Premere CTRL+1 (o Icona del tasto Comando del MAC +1 nel Mac). Scegliere Personalizzato > h:mm in modo che il risultato escluda AM e PM.

Per calcolare il tempo che intercorre tra due date e ore, è sufficiente usare una sottrazione. È comunque necessario applicare la formattazione a ogni cella per fare in modo che Excel restituisca il risultato desiderato.

1. Digitare due date e ore complete.

Data di inizio 1/1/16 1:00 PM, data di fine 2/1/16 2:00 PM

In una cella digitare una data/ora completa di inizio. In un'altra cella digitare una data/ora completa di fine. Ogni cella dovrebbe includere giorno, mese, anno, ora, minuti e uno spazio prima di AM o PM.

2. Impostare il formato 14/3/12 1:30 PM.

Finestra di dialogo Formato celle, comando Data, tipo 14/3/12 1:30 PM

Selezionare entrambe le celle e premere CTRL+1 (oppure Icona del tasto Comando del MAC +1 nel Mac). Selezionare quindi Data > 14/3/12 1:30 PM. Questa non è la data che verrà effettivamente impostata, ma è solo un esempio del risultato ottenuto con il formato. Si noti che, nelle versioni precedenti a Excel 2016, il formato potrebbe avere una data di esempio diversa, come 14/3/01 1:30 PM.

3. Sottrarre le due date.

=E84-D84 e risultato 1,041666667

In un'altra cella sottrarre la cella della data/ora di inizio dalla cella della data/ora di fine. Il risultato sarà probabilmente costituito da un numero e un decimale. Questo problema verrà risolto nel passaggio successivo.

4. Impostare il formato [h]:mm.

Finestra di dialogo Formato celle, comando Personalizzato, tipo [h]:mm

Premere CTRL+1 (o Icona del tasto Comando del MAC +1 nel Mac). Selezionare Personalizzato. Nella casella Tipo digitare [h]:mm.

Vedere anche

Funzione DATA.DIFF

Funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT.INTL

GIORNI.LAVORATIVI.TOT

Altre funzioni di data e ora

Calcolare la differenza tra due orari

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×