Aggiunta di un'origine dati collegata

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

La maggior parte delle aziende memorizza dati correlati in posizioni diverse, ad esempio le informazioni sui prodotti in un percorso e quelle sulle categorie di prodotti in un altro. Con Microsoft Office SharePoint Designer 2007 è possibile collegare facilmente origini dati contenenti dati correlati. È persino possibile collegare origini dati di tipi diversi, ad esempio un file XML a un database SQL. Collegando più origini dati, viene creata un'unica origine dati che viene visualizzata nella raccolta origini dati con tutte le altre origini dati.

Dopo aver creato un'origine dati collegata, è possibile utilizzare come qualsiasi altra origine dati, ad esempio, è possibile creare una visualizzazione dati che visualizza i dati da tutte le origini dati in una singola origine collegata. Per ulteriori informazioni su come creare una visualizzazione dati di un'origine dati collegata, vedere l'articolo Visualizza dati provenienti da più origini in una singola visualizzazione dati.

In questo articolo

Unire o unire i dati?

Collegare origini dati tramite combinarle

Collegare origini dati tramite il join

Unire o eseguire il join dei dati

Quando si collegano origini dati, è possibile scegliere se unirle o eseguirne il join.

Unione    Si esegue l'unione dei dati quando tutte le origini dati che si desidera unire in una sola origine dati contengono esattamente lo stesso insieme di campi. Se ad esempio si unisce la tabella Prodotti di più database e in ogni tabella sono contenuti esattamente gli stessi campi di tutte le altre tabelle, i dati vengono uniti. In realtà viene creata un'unica tabella più lunga a partire da diverse tabelle più corte. L'unione dei dati è particolarmente utile se si desidera ordinare, raggruppare o filtrare più origini dati simili in un'unica visualizzazione dati.

origine dati con i record 1-5 unita all'origine dati con i record 6-10
La tabella Prodotti contenente i prodotti 1-5 e la tabella Prodotti contenente i prodotti 6-10 hanno esattamente gli stessi campi. Dall'unione delle due tabelle viene creata una tabella Prodotti contenente i prodotti 1-10.

Join    Si esegue il join dei dati quando due origini dati separate hanno un campo in comune. Se ad esempio si collega una tabella Prodotti a una tabella Categorie e le tabelle sono collegate tramite un campo denominato IDCategoria, viene eseguito il join dei dati. Ciò è particolarmente utile se si desidera presentare origini dati correlate in un'unica visualizzazione dati.

Viene eseguito il join di due origini dati dissimili per creare un'origine dati più grande contenente tutti i campi di entrambe le origini dati associate tramite un campo comune.
Viene eseguito il join delle tabelle Prodotti e Categorie, creando una tabella più grande contenente tutti i campi di entrambe le tabelle grazie all'associazione tramite il campo IDCategoria.

Torna all'inizio

Collegare origini dati tramite unione

Se si dispone di più origini dati aventi tutte gli stessi campi e si desidera collegarle in modo da creare un'unica origine dati, collegarle tramite unione:

  1. Se Raccolta origini dati non è visibile, scegliere Raccolta origini dati dal menu Riquadri attività.

  2. Nel riquadro attività Raccolta origini dati, in Origini dati collegate, fare clic su Crea nuova origine dati collegata.

    Se l'intestazione Origini dati collegate è compressa, fare clic sul segno più (+) per espanderla.

  3. Nella scheda Origine dati della finestra di dialogo Proprietà origine dati fare clic su Configura origine dati collegata.

  4. Nel Collegamento guidato origine dati, in Origini dati disponibili, fare clic sull'origine dati in uso e quindi su Aggiungi. Fare poi clic sull'origine dati che si desidera collegare alla prima origine dati e quindi fare clic su Aggiungi.

  5. Fare clic su Avanti.

  6. In Selezionare il tipo di collegamento più rappresentativo della relazione tra le origini dati selezionate fare clic su Unisci il contenuto delle origini dati. Scegliere questa opzione se si desidera ordinare, raggruppare e filtrare il contenuto delle origini dati in un elenco unico (scelta consigliata).

  7. Fare clic su Fine.

    Le due origini dati e il tipo di collegamento scelto verranno visualizzati nella finestra di dialogo Proprietà origine dati.

  8. Nella finestra di dialogo Proprietà origine dati fare clic sulla scheda Generale.

  9. Nella casella Nome digitare un nuovo nome per l'origine dati.

  10. Fare clic su OK.

    Nella raccolta origini dati, in Origini dati collegate, sarà possibile vedere la nuova origine dati collegata.

Torna all'inizio

Collegare origini dati eseguendone il join

Se si dispone di due origini dati separate con un unico campo in comune che associa un'origine dati all'altra, collegarle eseguendone il join:

  1. Scegliere Raccolta origini dati dal menu Riquadri attività.

  2. Nel riquadro attività Raccolta origini dati, in Origini dati collegate, fare clic su Crea nuova origine dati collegata.

    Se l'intestazione Origini dati collegate è compressa, fare clic sul segno più (+) per espanderla.

  3. Nella finestra di dialogo Proprietà origine dati fare clic su Configura origine dati collegata.

  4. Nel Collegamento guidato origine dati, in Origini dati disponibili, fare clic sull'origine dati in uso e quindi su Aggiungi. Fare poi clic sull'origine dati che si desidera collegare alla prima origine dati e quindi fare clic su Aggiungi.

    Prima pagina del Collegamento guidato origine dati in cui vengono mostrate le origini dati disponibili

    Nota : È possibile combinare due o più origini dati per creare un'unica origine dati collegata.

  5. Fare clic su Avanti.

  6. In Selezionare il tipo di collegamento più rappresentativo della relazione tra le origini dati selezionate fare clic su Esegui il join del contenuto delle origini dati mediante l'inserimento delle visualizzazioni dati e delle visualizzazioni secondarie unite utilizzando la finestra di dialogo Dettagli origine dati.

  7. Se si esegue il join di origini dati che non sono tutte tabelle di database, fare clic su Fine. Se si esegue il join di tabelle di database, ad esempio due tabelle di dati SQL, fare clic su Avanti.

    Importante : Se si collegano solo due tabelle e sono entrambe dello stesso database, verrà richiesto di scegliere il campo che contiene i dati corrispondenti in ogni tabella. Se si collegano più di due tabelle dallo stesso database, due tabelle di database diversi o due origini dati che non sono tabelle di database, andare al passaggio 8.

    Se si collegano due tabelle dello stesso database, nel Collegamento guidato origini dati scegliere il campo da ogni colonna contenente il campo corrispondente. In questo esempio il campo corrispondente è IDCategoria.

    Pagina del Collegamento guidato origini dati che viene visualizzata solo quando si collegano due tabelle dello stesso database

  8. Fare clic su Avanti.

    Per impostazione predefinita, verranno visualizzati tutti i campi di entrambe le origini dati.

    Per rimuovere un campo dalla visualizzazione dell'origine dati, fare clic su di esso nell'elenco Campi visualizzati e quindi scegliere Rimuovi.

    Pagina del Collegamento guidato origine dati in cui vengono mostrati i campi disponibili e visualizzati

    Per aggiungere un campo alla visualizzazione dell'origine dati, fare clic su di esso nell'elenco Campi disponibili e quindi scegliere Aggiungi.

    Pagina del Collegamento guidato origine dati in cui vengono mostrati i campi disponibili e visualizzati

  9. Fare clic su Fine. Le due origini dati e il tipo collegamento scelto verranno visualizzati nella finestra di dialogo Proprietà origine dati.

  10. Nella finestra di dialogo Proprietà origine dati fare clic sulla scheda Generale.

  11. Nella casella Nome digitare un nuovo nome per l'origine dati.

  12. Fare clic su OK.

    Nella raccolta origini dati, in Origini dati collegate, sarà possibile vedere la nuova origine dati collegata.

Torna all'inizio

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×